Home » Benessere » Mente e corpo: il trauma di una bomba rimane impresso negli ormoni

Mente e corpo: il trauma di una bomba rimane impresso negli ormoni

E’ un trauma particolare, che riguarda solo chi ha subito l’impatto con una esplosione come i soldati professionisti, ma potrebbe riguardare anche alcuni dei feriti dell’attentato alla Maratona di Boston dove due bombe artigianali cecene hanno causato panico e morte al traguardo. Uno studio americano ha verificato che i traumi da esplosione possono avere conseguenze anche a grande distanza nel tempo.

La University of Washington aveva già notato queste anomalie analizzando i disturbi dei veterani delle varie guerre americane, con sintomi che somigliavano spesso a quelli del disordine da stress post-traumatico (Ptsd) ma che in realtà riguardavano un grave scompenso ormonale che in certi casi bloccava anche la crescita dei più giovani. Lo studio ha scoperto che circa il 42% dei soldati feriti o sfiorati da una esplosione presentava livelli ormonali irregolari simili a quelli dell’ipopituitarismo. Questo problema solitamente si può controllare con una adeguata terapia ormonale, ma nel caso dei soldati i livelli erano troppo bassi, con cali anche di vasopressina e ossitocina, ormoni correlati a problemi psichiatrici e ai legami affettivi. In questo caso occorre dunque una terapia diversa, più mirata e certamente da approfondire nei suoi aspetti più variegati. Una nuova sfida che la medicina e la psicologia devono combattere fianco a fianco per aiutare questi pazienti che sono pochi, perchè speciali, ma proprio per questo non vanno abbandonati.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico