Home » Benessere » Cina: ancora morti per la Nuova Aviaria

Cina: ancora morti per la Nuova Aviaria

Continua a salire il numero delle vittime del virus della cosiddetta “Nuova Aviaria” , la malattia derivata dai volatili e in special modo dai polli, che ha ormai contagiato centinaia di persone nelle regioni orientali del Paese, con un totale di 33 decessi fino ad oggi.

Di questi decessi, la metà (13) sono avvenuti nei dintorni della metropoli di Shanghai il che fa ancora temere un allarme pandemia. L’ultimo a morire per colpa del virus H7N9 è stato un uomo di 89 anni, ricoverato il 17 aprile e aggravatosi negli ultimi giorni.
La malattia, che alcuni anni fa aveva preoccupato il mondo intero, sembrava essere stata posta sotto controllo finché all’inizio del 2013 non si sono verificati i primi casi in Cina. Quasi tutti si riferiscono a comunità rurali, dove il contatto tra animali da allevamento e uomini è costante. I ricercatori di mezzo mondo stanno tentando di scoprire se esistano casi di contagio da uomo a uomo, il che sarebbe davvero l’inizio di una epidemia seria. Ma finora pare che il contagio avvenga solo tra animale e uomo, quindi basterebbe circoscrivere gli allevamenti infetti per fermarla.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico