Home » Benessere » Scoperto in Cambogia virus della malaria resistente alle cure

Scoperto in Cambogia virus della malaria resistente alle cure

Nella lotta continua che la scienza combatte ogni giorno contro virus e batteri sempre più resistenti, questa rappresenta una piccola vittoria da non sottovalutare. La mai sconfitta malattia della Malaria ora è stata messa all’angolo, è stato infatti identificato un nuovo ceppo del parassita resistente ai farmaci.

La scoperta è giunta ad opera degli scienziati della università di Oxford, i quali hanno analizzato varie situazioni e vari ceppi di virus riuscendo a identificare finalmente quello cosidetto “Cambogia Occidentale” (Plasmodium Falciparum) perchè lì è stato isolato. E’ un virus geneticamente modificato ed era in grado di resistere a ogni tipo di cura, perfino al potentissimo (e usatissimo) farmaco Artemisina.
E’ dal 2008 che si era registrata questa nuova resistenza della Malaria alle cure, in quella regione dell’Asia. Sembrava inizialmente un caso isolato, ma poi si è visto che lo stesso accadeva in altre parti del continente. La ricerca ora ha capito il perchè di tale resistenza e, sebbene l’Artemisina non verrà mai abbandonata (è l’unica vera arma efficace, oggi) si comincerà subito a studiare il modo per ingannare questo nuovo ceppo con altri tipi di farmaci.

admin

0 Commenti

  1. il plasmodio non è un virus…

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico