Home » Benessere » Abbronzatura. I giovani non conoscono i rischi del sole

Abbronzatura. I giovani non conoscono i rischi del sole

Un’indagine come un’altra, condotta su un campione di 191 studenti (età 16-19 anni) di Napoli e dintorni ha rivelato una verità allarmante. Il 17% non ritiene pericoloso esporsi al sole a qualsiasi orario e il 35% non ha mai sentito parlare di ustioni e cancro della pelle! Se “chisto è o paese do sole”, e cioè quello che dovrebbe saperne più di tutti, la situazione a livello nazionale è molto peggiore!

In queste prime settimane di caldo primaverile, soprattutto nelle città di mare, non è raro vedere ragazzi che all’uscita di scuola si fermano sul litorale a prendere la prima tintarella. Le feste come 25 aprile e 1 maggio completano l’opera ma se nessuno di loro si protegge dal sole è un’opera che può avere conseguenze drammatiche. La verità è che la disinformazione parte dalle famiglie e passa per la scuola, che ormai non ha più tempo da dedicare a queste normali regole di buona salute.

Ma proprio i giovanissimi, che vivono all’aperto più degli adulti, dovrebbero sapere che esporsi al sole tra le 10 e le 17 … senza l’ausilio di creme protettive … può causare danni seri alla pelle, incluso il cancro. Dovrebbero sapere che ci si abbronza meglio con il sole delicato delle ore pomeridiane e non con quello bruciante del dopopranzo. Dovrebbero sapere che ogni tipo di pelle ha una sua regola di esposizione al sole e un tipo di crema fatto su misura. Una campagna informativa necessaria, per evitare problemi molto più gravi che se oggi sembrano solo chiacchiere tra dieci anni saranno realtà.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: sta per scadere la proroga

Il Ministero della Salute ha voluto chiudere tutti e due gli occhi, dopo il primo ...

Condividi con un amico