Home » Benessere » Diete a yo-yo: tutta colpa del cervello

Diete a yo-yo: tutta colpa del cervello

Ci risiamo… Dopo i tanti sacrifici, i dolcetti guardati col cannocchiale, le insipide foglie di lattuga al posto del piatto di maccheroni, è tutto da rifare. E’ bastato un solo frullato al cioccolato al compleanno dell’amica, o quei quattro giorni di vacanza in Sicilia, e si torna a riprendere quel maledetto peso. E’ il famoso effetto yo-yo che ogni dieta prevede e che ogni persona conosce.

Uno studio americano condotto presso l’Istituto di Ricerca dell’Oregon, sotto la direzione del professor Eric Stice, ha forse scoperto dove sta la chiave che fa scattare questo improvviso cedimento alla tentazione. Tutta colpa del cervello! E’ una risposta neuronale sbagliata, infatti, quella che ci fa perdere di vista l’obiettivo dieta e ricominciare a mangiare ed è data da un modo sbagliato di consumare i pasti.

Fermo restando che una buona dieta non deve mai prevedere il digiuno o l’astinenza da un certo alimento, ma solo un sano dosaggio di tutto l’insieme. La scelta di evitare un certo tipo di cibo per molto tempo stimola il cervello a desiderarlo ancora di più. Evitare i dolci per una settimana in vista del matrimonio della cugina, farà sì che quel giorno mangeremo il triplo dei dolci, vanificando lo sforzo di una settimana. Occorre dunque nutrire stomaco (e cervello!) con poche razioni di tutto, anche di dolci, in modo molto bilanciato. In tal modo il corpo non richiederà quantità extra di cibo e l’effetto yo-yo sparirà per sempre.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, bambini con dislessia vedono in modo speciale

I bambini con dislessia vedono in modo speciale. A sostenerlo sono i risultati di uno ...

Condividi con un amico