Home » Benessere » Batterio resistente e sessualmente trasmissibile: dopo l'AIDS un nuovo incubo

Batterio resistente e sessualmente trasmissibile: dopo l'AIDS un nuovo incubo

I giapponesi lo avevano identificato e classificato due anni fa, ma allora non faceva paura nonostante avesse effetti molti gravi sulla salute perchè esistevano antibiotici in grado di fermarlo. Col tempo, però, anche questo batterio (denominato HO41 ) ha sviluppato una forte resistenza alle medicine e da qualche mese non si riesce più a fermarne la diffusione.

E’ un allarme serio, quello diffuso dalla Food and Drugs Administration perchè le infezioni da Gonorrea di ceppo HO41 potrebbero diventare presto più letali dell’AIDS. Contrariamente al virus Hiv, che ormai è sotto controllo e può essere combattuto anche per vent’anni prima che i suoi effetti pià gravi si manifestino, questo nuovo tipo di infezione non risponde a nessun tipo di cura e la facilità di propagazione -a causa dei liberi rapporti sessuali non protetti – la sta facendo diventare una vera epidemia.

La Gonorrea è una malattia asintomatica che dunque non si diagnostica facilmente perchè porta fastidio solo quando è già a una fase avanzata. Se non trattata in tempo può portare a infertilità, gravi infezioni all’apparato genitale, cancro e perfino conseguenze cardio-circolatorie. Il fatto che il nuovo ceppo della Gonorrea stia dimostrando resistenza ai farmaci fino ad oggi usati crea l’urgenza di trovare nuove soluzioni in brevissimo tempo. In attesa che la ricerca faccia il miracolo, è importante e obbligatorio avere rapporti sessuali protetti e imparare di nuovo a usare il preservativo come regola di vita.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico