Home » Benessere » Tasse sulle sigarette elettroniche? Una proposta in forse

Tasse sulle sigarette elettroniche? Una proposta in forse

Accisa sui prodotti contenenti nicotina o altra sostanza idonea a sostituire il consumo dei tabacchi lavorati“. Con questa semplice frase, due parlamentari di PD e PDL nei giorni scorsi hanno fatto tremare gli utilizzatori delle nuove sigarette elettroniche. Si prevedeva infatti la possibilità di tassare queste sigarette esattamente come quelle normali di tabacco.

Mi sembra improbabile” replica oggi il sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, acquietando un poco le acque che si erano subito agitate. Il problema è che, nel bilanciare la crisi economica dello Stato, per ogni spesa che si salva un’altra deve essere tagliata e nel caso delle sigarette elettroniche si voleva aggiungere una tassa proprio per coprire le spese mancanti in quello che si chiama “patto di stabilità verticale”. Molte le proteste, soprattutto da parte dei cittadini che sospettano che lo Stato veda nelle sigarette elettroniche un temibile rivale nel commercio dei tabacchi nazionali.

Tuttavia la decisione non è stata ancora presa, e potrebbe non essere mai presa se si trovassero soluzioni alternative. Ma occorrerà prima consultarsi con i Monopoli di Stato. La moda delle sigarette elettroniche si sta diffondendo a macchia d’olio, sono già tanti i punti vendita e gli utilizzatori che tentano così di vincere il vizio del fumo. Drasticamente, la sigaretta “finta” si ama oppure si odia, non ci sono vie di mezzo, ma ancora su di essa non c’è una parola chiara da parte del Governo che sembra osservare da lontano eventuali sviluppi.

admin

0 Commenti

  1. Dal 20 Maggio Elena di Cioccio conduce su SKY Uno “Domani Smetto”, programma che mira proprio a far smettere di fumare chi partecipa: ci riusciranno?

x

Guarda anche

Bambini che dormono male invecchiano prima

Il sonno dei bambini è legato alla longevità. A sostenerlo è uno studio condotto da ...

Condividi con un amico