Home » Benessere » Lo sport salva dall'aggressività

Lo sport salva dall'aggressività

Lo hanno dichiarato senza vergogna campioni come Gibilisco (salto con l’asta) o Cassano (calciatore): lo sport li ha strappati a un destino di strada, violenza e forse anche criminalità. Entrambi cresciuti in quartieri difficili, con compagnie poco raccomandabili, hanno trovato nello sport lo sfogo della rabbia giovanile trasformatasi in energia competitiva. E’ proprio vero, lo sport salva!

Uno studio americano della Columbia University di New York lo ha messo nero su bianco, analizzando un vasto gruppo (1312) di studenti di scuola superiore, tutti adolescenti difficili, molti di loro residenti in un ghetto o in una periferia e hanno seguito la loro carriera liceale e i loro interessi extrascolastici. I dati hanno rilevato che l’aggressività, tipica degli adolescenti (ma stranamente più diffusa tra le ragazze!) si calma prima in coloro che praticano uno sport, sia di squadra che individuale.
Il merito è delle regole che lo sport impone e che, se si gioca in team vanno relazionate ai compagni e se si gioca soli vanno interiorizzate e fatte proprie. Concentrazione, lealtà, risultati da ottenere ma anche rispetto per l’autorità (l’arbitro) e per l’avversario … il tutto condito anche da una buona dose di “sfogo” fisico che placa l’irrequietezza interna.

admin

x

Guarda anche

Quando per farsi accettare ci si stressa a morte

Essere bravi come il fratello maggiore, essere moderni come l’amica, essere pronti a ubriacarsi come ...

Condividi con un amico