Home » Benessere » Un nuovo successo per l'IDI di Roma: diagnosi precoce per il melanoma

Un nuovo successo per l'IDI di Roma: diagnosi precoce per il melanoma

Nonostante i tanti problemi economici e burocratici, l’IDI (Istituto Dermopatico Immacolata) di Roma continua a lavorare e a lavorare bene. Nasce infatti dai ricercatori dell’ IDI-IRCCS di Roma e dell’Ospedale Sant’Andrea un nuovo metodo diagnostico precoce per individuare il melanoma, uno dei tumori più aggressivi e difficili da curare.

Siamo quasi in estate, anche se dalle previsioni del tempo non sembra, e presto si comincerà a parlare di tintarella e di raggi UV. Forse tanti italiani sbufferanno e diranno che si ripetono sempre le solite cose ma l’attenzione all’esposizione al sole, alla forma dei nei e all’arrossamento della pelle è importante per prevenire il melanoma, il tumore della pelle. Il melanoma si presenta in modo aggressivo e improvviso e dato che viene diagnosticato tardi porta quasi sempre alla morte. Capirlo in anticipo, prevenirlo, significa salvare vite umane.

All’IDI è stato messo a punto un metodo diagnostico in grado di capire la presenza del melanoma con largo anticipo. Da oggi in poi, grazie a una semplice analisi del sangue, si potranno individuare nel siero del paziente alcune molecole apolipoproteine, un genere che nei pazienti affetti da melanoma allo stadio iniziale sono espresse in modo significativamente differente rispetto a una persona sana. Da qui il medico potrà individuare la malattia molto prima che passi alla sua fase acuta e intervenire tempestivamente. La nuova metodologia, battezzata TRIDENT, potrà inoltre essere usata anche per individuare altre neoplasie.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico