Home » Benessere » Basta agli eccessi di denunce: medici più tutelati

Basta agli eccessi di denunce: medici più tutelati

Se è giusto che l’errore medico che vale una vita umana venga pagato caro, è anche giusto che si metta un freno agli eccessi di denunce di casi di “malasanità”, fenomeno diffuso soprattutto al Sud. Se nella morte di un quindicenne che si sottopone ad appendicectomia ci può stare l’errore medico, nel caso di un uomo di 95 anni che muore per complicazioni naturali di una bronchite aggravata dalla vecchiaia, la denuncia di “malasanità” è chiaramente un eccesso inutile.

Eccessi che però costano in termini economici sia ai medici coinvolti che agli ospedali e ai sindacati. Occorre mettere un freno all’esagerazione dei parenti dalla denuncia facile e tutelare i medici che, ultimamente, lavorano male sempre col terrore della denuncia pendente per qualsiasi mossa. La nuova legge voluta dall’ex ministro della salute Balduzzi intende tutelare i medici senza però mancare di rispetto a quei (pochi) pazienti che davvero subiscono conseguenze di errori gravi.

Per cui la legge dovrà valutare caso per caso, basandosi anche sulla condotta precedente del medico in questione e sull’età e l’aspettativa di vita del paziente. Bisognerà distinguere tra “errori lievi” e “errori gravi” e decidere i risarcimenti in base a tabelle prestabilite dalle relative assicurazioni. Le tabelle non sono state ancora emanate, ma le nuove direttive danno nuova sicurezza ai medici e a tutti gli operatori sanitari che ultimamente si vedevano accusare di negligenza anche per eventi banali, legati magari a naturale evolversi di alcune malattie che nulla avevano a che vedere con l’opera del medico.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico