Home » Benessere » Nuova SARS: c'è un caso anche in Italia

Nuova SARS: c'è un caso anche in Italia

C’è il primo caso italiano accertato di contagio della Nuova SARS, oggi meglio conosciuta come Sindrome Respiratoria Mediorientale da Coronavirus, in sigla MERS. La vittima è un uomo residente in Toscana ma di nazionalità straniera che di recente era stato in Giordania ad assistere il figlio che laggiù si era ammalato. Al ritorno, l’uomo presentava febbre alta, tosse e segni di insufficienza respiratoria.

Ricoverato in isolamento presso l’ospedale Careggi, al momento non desta particolari preoccupazioni. Significa che non è in pericolo di vita ma è sotto controllo. Un altro caso di trasmissione umana, che però come quelli verificati in Francia e Inghilterra, è avvenuto dopo un prolungato e ravvicinato contatto con altri malati. In poche parole, un viaggio in Medio Oriente non può contagiare la MERS, ma il contatto prolungato con persone malate sì.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha stilato nessuna lista di azioni preventive, contro la nuova malattia. Consiglia soltanto di applicare le solite regole di buona igiene e, in più, di evitare persone che appaiono malate (tosse, febbre) magari cambiando ambiente, stanza o strada.Il presidente della Regione Toscana tranquillizza gli animi: “Aver isolato in tempo questo caso significa che la nostra sanità funziona bene e non abbiamo dunque nulla da temere”. Fino ad oggi i casi di MERS nel mondo sono 50 accertati, con almeno 30 decessi.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico