Home » Benessere » Emorragia cerebrale neonatale: in USA si ferma grazie alla "supercolla"

Emorragia cerebrale neonatale: in USA si ferma grazie alla "supercolla"

Non capita spesso ma quando capita è un dramma perchè non sempre si riesce a intervenire in tempo. Le emorragie cerebrali neonatali, causate quasi sempre da aneurisma, possono colpire in ogni istante della vita del bambino anche se principalmente nelle prime settimane di vita. E’ successo anche alla piccola Ashlyn Julian, tre settimane solamente.

La bimba è stata portata d’emergenza all’ospedale policlinico di Kansas City con una grave emorragia in atto nel cervello. I tempi erano strettissimi e l’estensione dell’emorragia troppo grave per poter evitare danni, a meno che non si fosse intervenuti con la chiusura immediata del vaso che si era rotto. La scelta azzardata ma vincente è stata del dottor Ebersole, il chirurgo di turno quella sera, il quale per tentare il tutto per tutto ha deciso di usare una sostanza collosa, simile alla “incollatutto” ma usata in ospedale per altri scopi.

L’operazione è consistita nell’inserire un catetere nella testa della bambina e trasportare attraverso esso la “supercolla” fino al vaso lesionato. In tal modo la lacerazione è stata letteralmente “incollata” e il versamento di sangue è stato fermato. Entro poco tempo la bimba ha iniziato a migliorare ma occorreranno ancora dei giorni di osservazione per essere sicuri che l’intervento ingegnoso del coraggioso dottore non causi ulteriori danni al giovanissimo cervello della piccola paziente. Le premesse sembrano dire che non ce ne saranno.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico