Home » Benessere » Nuova Sars: finalmente una descrizione precisa della malattia

Nuova Sars: finalmente una descrizione precisa della malattia

La chiamano ancora SARS, oppure “NUOVA SARS” o ancora con il suo nuovo nome MERS (Middle East Respiratory Syndrome), ma le idee sono ancora troppo confuse e spesso si parla di caratteristiche che sono della vecchia malattia come se appartenessero alla nuova. Inoltre, dato che gli studi sono brevettati e segreti, poco si sa ancora sulla nuova versione del Coronavirus. Ma oggi ci pensa la rivista The Lancet Infectious Diseases a descrivere finalmente in modo preciso la differenza tra SARS e NUOVA SARS.

Un nuovo studio condotto su un uomo di 73 anni di Abu Dhabi, morto però in Germania lo scorso aprile, ha permesso di raccogliere qualche dato in più sulla MERS e di definirne alcune importanti differenze con la sua “antenata” SARS. Il paziente, entrato in ospedale come semplice “malato di polmonite” aveva avuto sviluppi sempre più gravi non solo nella respirazione ma anche a livello renale. La carica virale che aveva in corpo è stata monitorata durante tutti i 20 giorni della malattia e si è visto che essa era più alta nel tratto respiratorio inferiore e più bassa, ma sempre importante, nelle urine e feci.

Non vi era traccia virale invece nel sangue del paziente. Dunque il primo indizio è che il virus della MERS sa replicarsi nei polmoni e nei reni ma non si presenta per niente -o in piccolissime quantità- nel sangue e nell’intestino. La SARS invece veniva individuata dall’altissima presenza virale nelle feci, e dunque comprometteva l’intestino. Inoltre, mentre la SARS si diffondeva col contatto uomo-animale, la MERS si può diffondere anche col contatto tra umani. Siamo solo agli inizi e occorrono in fretta nuove prove per la ricerca, perchè il pericolo è che in inverno la diffusione della malattia raggiunga picchi simili a quelli di una pandemia.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico