Home » Benessere » Ragazza cilena lacrima sangue: patologia rara o fenomeno passeggero?

Ragazza cilena lacrima sangue: patologia rara o fenomeno passeggero?

Si scateneranno le discussioni a destra e a manca, si faranno avanti i preti e gli agnostici, i medici e i santoni. Nessuno però sa ancora cosa sia la causa della lacrimazione di sangue che subisce una giovane donna cilena, Yaritza Oliva, di 22 anni. Esistono foto e video che provano questo fenomeno, che naturalmente ha spaventato a morte proprio la stessa Yaritza.

Mi sono recata dal medico e ho fatto tutti gli esami, ma non capiscono cosa sia“, ha dichiarato. L’unica certezza è che il sanguinamento è preceduto da dolori e bruciori per cui un medico le ha prescritto un collirio calmante che tuttavia non ha fermato la strana lacrimazione. Si era pensato a una forma rara di congiuntivite, ma a parte il bruciore non esistevano altri sintomi che lasciassero ipotizzare questa malattia. Esiste effettivamente una patologia chiamata EMOLACRIA però legata ad altri problemi precedenti, che la ragazza cilena non ha.

Tuttavia, prima che si gridi al miracolo, la risposta va cercata nella scienza in quanto Yaritza soffre per natura di un disturbo che le blocca le articolazioni con forti dolori e il tutto potrebbe essere collegato. Si deve dunque capire se la lacrimazione di sangue non sia un effetto di questa malattia già manifesta che magari durerà solo poche settimane prima di sparire del tutto. C’è anche chi ipotizza qualcosa di estremo come la Sindrome di Munchhausen, una patologia psichiatrica in cui certi genitori causano volontariamente lesioni ai figli per poterne fare fenomeni da baraccone o cuccioli da proteggere in eterno. Ma qui si sfiora la fantascienza, mentre deve essere la scienza a capire cosa sta succedendo negli occhi di Yaritza.

admin

0 Commenti

  1. La Sindrome di Munchausen a cui vi riferite non è “fantascienza” bensì un disturbo psichiatrico: la definizione corretta è che un bambino viene usato come sostituto del paziente spesso per appagare un desiderio, inconscio, secondo le teorie psicoanalitiche e psicodinamiche, del genitore di mettere in atto un dramma personale e rinforzare la loro relazione con la figura medica che occupa le loro fantasie.

    • Grazia Musumeci

      Il “fantascienza” non era riferito alla Sindrome di Munchhausen ma alla ipotesi che i genitori della ragazza arrivassero a tanto applicandola su di lei.
      Comunque la definizione da noi data (che lei ha gentilmente corretto) è stata scritta così da una fonte che noi abbiamo citato direttamente.

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico