Home » Benessere » Genetica: embrioni con tre genitori per evitare le malattie rare

Genetica: embrioni con tre genitori per evitare le malattie rare

Sta per partire nel Regno Unito il più imponente degli esperimenti genetici del nuovo millennio: la creazione di embrioni con l’apporto di tre genitori invece che di due. Prima che si levino gli scudi dei difensori dell’etica occorre specificare che questa azione si applicherebbe solo nelle coppie a rischio di gravi malattie rare per evitare che queste si manifestino.

Un lungo iter ha portato alla discussione di questa possibilità, nel Paese della regina Elisabetta II: prima è stato valutato dagli scienziati, poi dall’organismo che si occupa di temi etici (che ha dato il via libera); quindi è stato proposto ai cittadini comuni con un referendum che si è pronunciato a favore e adesso finalmente potrà partire la sperimentazione pratica. E mentre già si parla di “bimbi geneticamente modificati”, in realtà la missione è quella di evitare le malattie rare come le patologie mitocondriali che colpiscono un soggetto su 6000 e che non trovano cura nè sollievo dalla ricerca.

Unica soluzione, cercare di prevenirle. E per far questo si osserva il materiale genetico delle coppie a rischio e si interviene prima ancora che l’embrione si formi. L’embrione infatti viene creato in laboratorio unendo il materiale genetico di padre e madre naturali, ma se esistono mitocondri difettosi questi verranno rimpiazzati con quelli sani di una donatrice terza. In tal modo il bambino sarà figlio della coppia, ma porterà il patrimonio genetico di una terza persona sana. Una sorta di “adozione” in vitro che però contribuirà a salvare molte piccole vite.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico