Home » Benessere » AIDS: il lavoro aiuta le donne a combatterlo meglio

AIDS: il lavoro aiuta le donne a combatterlo meglio

Le donne, si sa, sono spesso fonti di risorse inaspettate e ispirazione per molte nuove idee su come affrontare il mondo. E se il mondo è quello di una malattia grave come l’infezione da Hiv , l’AIDS, allora capire come lo affrontano può dare una mano preziosa anche agli uomini. E’ quello che hanno pensato i ricercatori della Case Western Reserve Unviersity, in California, sottoponendo a questa ricerca alcune donne malate di AIDS.

Si è visto che molte di loro, nonostante la malattia, continuavano ad andare al lavoro o tornavano a lavoro dopo le terapie. Questo perchè avere un lavoro aiuta ad affrontare meglio la malattia, e lo dimostrano i risultati. L’impegno lavorativo, per le donne malate, non è solo un buon modo per distrarsi e per sentirsi utili ma anche una fonte economica non indifferente che fa sentire al sicuro relativamente alle spese per medicine che -nel caso dell’AIDS- sono giornaliere e continue.

Il campione non era vastissimo (260 donne, età media 46 anni) ma quasi tutte quelle esaminate hanno giurato che continuando a lavorare, e seguendo anche la terapia dei farmaci, le diete e le visite periodiche, sentivano di “tenere a bada” il virus e dunque acquisivano sicurezza in se stesse. Un passo fondamentale, questo, per opporsi con grinta all’evolvere della malattia.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico