Home » Benessere » La Sindrome BRF che ci fa sembrare odiosi: sarà vero?

La Sindrome BRF che ci fa sembrare odiosi: sarà vero?

Il fatto che l’abbia rivelata un comico americano e che si sia diffusa grazie al web e a Youtube non deve subito farci pensare a uno scherzo, anche se tutto rimanda a questo, incluso il nome: Sindrome BRF che sta per BITCHY RESTING FACE (letteralmente “faccia rilassata da str***”). In realtà il termine inglese “bitch” indica la femmina del cane e, in gergo, una donna odiosa e antipatica tanto da essere apostrofata come “str***” oppure con la famosa parola che inizia per “P”.

Secondo quanto si dice, infatti, questa Sindrome BRF colpisce principalmente le donne che assumono una espressione facciale sempre stanca, seccata, con una smorfia di disgusto che sembra stiano sempre giudicando male il prossimo. Antipatiche, dunque, odiose e str***! Ma non è vero, perchè magari sono le più dolci e simpatiche persone del mondo ma soffrono davvero di un problema muscolare che rilassa i muscoli facciali in modo anomalo facendo loro assumere quel viso.

Non è uno scherzo, assicura il chirurgo plastico americano Anthony Youn, è una sindrome vera e propria che può colpire tutti ma che sulle donne ha più effetto. In un uomo, l’espressione disgustata può dare una parvenza da duro, ma nelle donne è simbolo di antipatia e le allontana dalle cerchie di amicizie. Si può risolvere con una serie di interventi mirati nei punti precisi che stanno subendo il cedimento e risollevando i muscoli si ritroverà quel sorriso da simpatiche amiche che sembrava perduto per sempre.

admin

0 Commenti

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico