Home » Benessere » "Stamina" ci ripensa: niente protocollo in luglio

"Stamina" ci ripensa: niente protocollo in luglio

L’accordo sembrava esserci tutto, la pace sembrava finalmente siglata. C’era un patto: lo stato avrebbe preso sotto il proprio controllo la sperimentazione con le staminali secondo il metodo ideato da Davide Vannoni. Dopo le tante polemiche, nazionali e internazionali, si era giunti a un compromesso: sperimentazioni sotto controllo ma secondo le condizioni poste dai laboratori “Stamina”. Almeno così doveva essere.

Secondo gli accordi, la nuova sperimentazione sarebbe iniziata con la consegna dei protocolli di Stamina ma ieri un nuovo annuncio -lo slittamento della sperimentazione a settembre- ha convinto Davide Vannoni a non consegnare più nulla. Non lo ha fatto ieri e non lo farà nemmeno oggi, nonostante il ministro Lorenzin abbia già completato tutte le procedure necessarie, rompendo di fatto l’accordo. Il presidente Vannoni ha scritto una lettera in cui annuncia che darà presto due nuove date, anche per cercare di veder chiaro nel frattempo su alcune “scelte arroganti”, come le definisce lui, che non lo convincono.

Ci sarebbero dubbi sugli esperti nominati per il controllo, sulle modalità di sperimentazione, sulla lunga attesa che i 220 pazienti su cui erano già iniziate le terapie dovranno affrontare e così via. “Tra le altre cose” ,ricorda Vannoni “avevamo chiesto di non includere la SMA nelle sperimentazioni perché troppo complessa da valutare in 16 mesi, senza contare che la metodica ridotta, prevista per la standardizzazione, non è mai stata provata su quella malattia“. Il ministro Lorenzin spera che Vannoni ritorni sulla sua decisione. Certe decisioni sono state prese perchè concordate in precedenti riunioni e se si sta facendo tutto il possibile è anche ovvio che non si devono alimentare illusioni.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico