Home » Benessere » In Lombardia, niente pediatra per i bimbi figli di irregolari

In Lombardia, niente pediatra per i bimbi figli di irregolari

Lo fanno già in Toscana, in Umbria e perfino nel Friuli Venezia-Giulia: i bambini figli di immigrati irregolari vengono comunque iscritti al sistema sanitario in modo da poter usufruire dell’assistenza gratuita del pediatra in caso di necessità. In Lombardia, questo, non si potrà fare. E’ stata bocciata la mozione proposta da Ambrosoli alla sede della Regione.

Il fatto ha scatenato polemiche durissime, tra un centrodestra che plaude alla scelta dichiarando che la Lombardia assiste già abbastanza gli irregolari con gli enti umanitari e il centrosinistra che bolla come “barbarie inaudita” la decisione di togliere ai piccoli stranieri l’assistenza medica. E comincia il valzer delle giustificazioni, con il PDL che minimizza: nessun razzismo, nessuna barbarie solo la consapevolezza che tutti devono avere uguali diritti ma in conformità con la legge. E comunque, i bambini irregolari vengono ben assistiti dalla Caritas e altri volontari.

A sinistra, invece, il PD parla di inciviltà e di costi elevatissimi che costringerebbero gli enti come la Caritas a caricarsi di spese che sarebbero dimezzate dall’assistenza pubblica. Inoltre, si ribadisce, il permesso di soggiorno dei genitori non può interferire sulla salute dei piccoli che hanno diritto ad assistenza e cure in base ai principali diritti dell’uomo. In ogni caso, si assicura dalla Regione, verranno sempre garantite le cure in caso di emergenza e di casi particolari.

admin

0 Commenti

  1. Per questa sinistra ipocrita e becera va tutto bene in Cina, a Cuba in Corea del Nord dove il popppolo è sovrano.
    Le leggi in Italia devono essere rispettate solo dagli altri ma possono essere violate dai sinistri quando fa loro comodo. L’immigrazione clandestina è un reato e chi protegge un clandestino è correo.

x

Guarda anche

Yoga, benefici per grandi e piccini

Lo yoga fa bene a grandi e piccini. A rivelarlo è uno studio dell’Università canadese ...

Condividi con un amico