Home » Benessere » I globuli rossi "parlano" e aiutano i medici nelle diagnosi

I globuli rossi "parlano" e aiutano i medici nelle diagnosi

Lo hanno scoperto, con loro grande meraviglia, i ricercatori della Ryerson University di Toronto, Canada. Come sempre avviene è stato un caso, ma molto fortunato perchè apre nuove strade importanti per la lotta alle malattie del sangue, tra cui tanti tumori. Da oggi in poi, i medici avranno un aiuto in più per diagnosticarle … quello degli stessi globuli rossi che sanno “parlare”.

La scoperta è avvenuta puntando dei fasci di raggi laser sul sangue. Si è visto che i globuli rossi reagivano alla luce producendo una sorta di “rumore”, vere e proprie onde sonore ad alta frequenza facilmente distinguibili e riconoscibili. E analizzando queste onde si possono capire molte informazioni relative alla loro posizione, quantità, dimensione e così via.
Ad esempio, se i globuli rossi inviano meno rumore significa che sono pochi, e si può diagnosticare un’anemia … se il rumore legato alla loro forma cambia, si può ipotizzare che sia in atto una infezione del sangue o una leucemia … se cambiano le onde sonore relative alla loro dimensione si parlerà di malaria e così via.
Sarà un po’ come usare un sonar per capire la strada da percorrere tra mille ostacoli, ma in questo caso il rumore di ritorno dell’ostacolo sarà fondamentale per portarsi avanti con la diagnosi e usare le analisi soltanto per avere conferme o smentite. Una grande scoperta che, usata per la prima volta su un campione di appena 21 globuli, ha permesso di individuare con assoluta precisione quelli sani da quelli malati.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico