Home » Benessere » Napoli: un reparto per curare gli obesi

Napoli: un reparto per curare gli obesi

E’ uomo, non più giovane, poco istruito e domiciliato nei quartieri poveri o di periferia. Questo il ritratto medio del paziente super-obeso che in Campania è divenuto un’emergenza tale da spingere il Policlinico dell’Università Federico II ad aprire un reparto chiamato “Grandi Obesi”.

Così come i “grandi ustionati” o i “grandi traumatizzati” indicano un reparto con attenzione speciale a emergenze speciali, anche i “Grandi Obesi” indica la ricerca di una soluzione drastica e diretta per salvare le vite messe a rischio dall’eccesso di peso. In Italia ci sono 6 milioni di obesi, e 700.000 sono in Campania. La regione si è dunque attrezzata per salvare la vita a questi cittadini troppo golosi, troppo distratti o semplicemente troppo menefreghisti. L’obesità è una malattia vera e propria che compromette cuore, fegato e vie circolatorie oltre a favorire la predisposizione per il cancro di ogni tipo.

Il nuovo reparto vedrà un lavoro in sinergia tra tutti gli specialisti del settore, dai dietologi agli endocrinologi, dagli psicologi ai chirurghi. Infatti una delle migliori soluzioni per curare la super-obesità rimane ancora l’intervento bariatrico, ovvero l’applicazione di bypass gastrici, o di elementi di restrizione delle vie digestive che limitino l’appetito dei pazienti e li aiutino a mangiare di meno.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico