Home » Benessere » Trapianto di midollo salva due gemellini a Roma

Trapianto di midollo salva due gemellini a Roma

Due gemelli di un anno sono stati salvati grazie a un trapianto di midollo da donatore unico, negli scorsi giorni a Roma. L’intervento è avvenuto all’ospedale Bambino Gesù dove i due piccoli, originari di Bari, erano ricoverati per l’aggravarsi della malattia genetica che li aveva colpiti fin dalla nascita. Linfoistiocitosi Emofagocitica è una patologia tanto rara quanto letale, che lascia poco scampo salvo trovare un donatore compatibile per salvare il midollo e l’intero organismo.

La malattia, che comporta febbre alta, problemi al fegato e alla milza, causa disturbi correlati del tipo irritabilità, rigidità del collo, ipotonia o ipertonia, convulsioni, paralisi dei nervi cranici, e anche coma. Trovandosi in questa situazione di estrema gravità, i piccoli dovevano essere soccorsi per tempo ma nonostante i familiari, però, nessuna donazione sembrava compatibile. Nessuna tranne una, derivata da un donatore con nessun legame di sangue coi bambini ma con altissima compatibilità.
E’ stata usata una sola parte del midollo divisa in due per entrambi i fratellini, così da risparmiare sulla ricerca di un altro raro donatore compatibile e a quanto pare la fortuna ha aiutato medici e pazienti tanto audaci. Non era mai successo, infatti, di usare un unico donatore per due pazienti, ma nel caso dei gemellini baresi ha funzionato. I bambini hanno subito cominciato a migliorare e dopo poche settimane erano già in condizioni ottimali per le dimissioni dall’ospedale. A eseguire l’operazione è stata la squadra del professor Franco Locatelli, Direttore del Dipartimento di Oncoematologia del Bambino Gesù.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico