Home » Benessere » Stamina: proteste dei pazienti e rassicurazione di Lorenzin

Stamina: proteste dei pazienti e rassicurazione di Lorenzin

Brescia in fiamme, scendono in piazza i pazienti e i parenti dei piccoli malati che si stanno sottoponendo alle cure Stamina presso i laboratori locali. Hanno paura che la tanto attesa sperimentazione sia un’altra presa in giro, che non porti a niente e che qualcun altro muoia nell’attesa. “Vogliamo le nostre cure!” gridano, convinti. E mentre NATURE rilancia le accuse a Vannoni e all’Italia, la gente chiede di continuare a sperare.

Vogliamo rassicurare le famiglie che tutte le procedure sono state avviate secondo le norme nei tempi previsti e che la sperimentazione partirà il più presto possibile” assicura il ministro Beatrice Lorenzin “Tuttavia occorre aspettare che il professor Vannoni consegni il suo metodo di preparazione delle cellule al Comitato Scientifico, così come previsto dalla legge, e dopo che il Comitato Scientifico avrà indicato quali patologie dovranno essere incluse, secondo quali protocolli e in quali centri”.
Dunque la data limite sarà il 1° agosto, e le cure vere e proprie inizieranno probabilmente in autunno quindi i parenti e i malati non hanno nulla da temere.
Inoltre, assicura Lorenzin, il governo sta finanziando la sperimentazione e ha interesse che inizi presto, nessun intoppo burocratico rallenterà le operazioni di avvio e si spera così che si possa arrivare alla fine di questa lunghissima diatriba. La speranza è che si dimostri come il metodo Stamina sia efficace e utile per la salute di quei pazienti, ma in caso contrario non ci saranno scusanti e lo si dovrà sospendere.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico