Home » Benessere » Aborto: niente più rischi per le gravidanze successive

Aborto: niente più rischi per le gravidanze successive

Un tempo era un rischio. Abortire significava mettere in pericolo l’utero e la possibilità di avere un altro bambino in futuro. Anche su questo si sono basate tante battaglie etiche sul corpo della donna e sui diritti di interrompere una gravidanza o meno. Ma erano i tempi degli aborti clandestini, dei metodi sbrigativi. Oggi, con i mezzi moderni, questi rischi non esistono quasi più.

E’ stata l’Università di Cambridge a scoprire la diminuzione di questo fattore rischio, analizzando i rapporti relativi alle gravidanze in donne che avevano subito prima un aborto. Negli anni 1980-1990 molte di loro avevano forti difficoltà a portare avanti una seconda gravidanza e i casi di nascite premature (con morte del feto) erano costanti. Già dopo il 2000, però, queste statistiche sono cambiate. Non ci sono più nascite premature associate ad aborti precedenti e le donne, dopo aver abortito, possono rimanere incinte e portare avanti nuove gravidanze senza particolari problemi.
Sicuramente merito della miglior informazione, del miglior modo di affrontare l’aborto a livello medico, della riduzione o sparizione dei pericolosissimi “metodi fai da te” … oggi abortire può essere una scelta (o un evento) meno pericoloso che in passato, ma bisogna ricordare che rimane comunque un trauma fisico che può avere riflessi sulla psiche non indifferenti e va comunque affrontato con attenzione e delicatezza, su tutti i fronti.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico