Home » Benessere » Il ministro Lorenzin: soluzioni perchè non si vendano più farmaci a prezzi esorbitanti

Il ministro Lorenzin: soluzioni perchè non si vendano più farmaci a prezzi esorbitanti

La confusione che insiste in Italia sui farmaci … quando e come approvarli, quando metterli sul mercato, a chi tocca l’ultima parola … continua ad essere complicata dai vari decreti promulgati nel corso delle legislature. E si arriva anche a casi estremi, come i due nuovi anti-tumorali che, immessi sul mercato troppo presto, vengono a costare mille euro a settimana!

Su pressione del ministro della Salute Lorenzin, il Consiglio dei Ministri sta per approvare un emendamento per regolare meglio la classificazione dei farmaci oncologici da parte del Servizio Sanitario Nazionale. Lo scopo è quello di garantire in tempi rapidi la dispensazione da parte del SSN di quei farmaci particolari che si impelagano nelle lunghe procedure dell’agenzia del farmaco AIFA. Attalmente, ricorda il ministro, i farmaci devono prima essere autorizzati dall’AIFA e solo dopo distribuiti a carico del SSN. Quello che ha portato al drammatico equivoco degli anti-tumorali costosissimi deriva dal fatto che una legge del 2012 prevede che “se un farmaco ha ottenuto l’autorizzazione all’immissione in commercio a livello comunitario, può essere automaticamente commercializzato anche sul territorio nazionale a pagamento, in attesa della conclusione dell’iter” .

Per evitare che si ripetano errori come quello di farmaci di emergenza venduti a prezzi da milionari, si deve creare un “corridoio preferenziale” che aggiri questa legge del 2012 ma che permetta l’approvazione sul mercato di quei farmaci comunque in modo legale. Per accelerare l’iter di negoziazione con l’AIFA, un’azienda produttrice dovrà presentare la domanda di inserimento nel prontuario in 30 giorni invece dei 100 precedentemente accordati. Se dovessero sorgere problemi sarà compito dell’AIFA tutelare i pazienti del SSN pubblicando soluzioni e modi con cui ottenere quei particolari farmaci sul proprio sito. Intanto si continua a cercare il modo migliore per evitare che farmaci molto urgenti vengano distribuiti a pagamento.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico