Home » Benessere » Inquinamento ILVA, il commissario Bondi nega: "Il fatto è che a Taranto si fuma troppo"

Inquinamento ILVA, il commissario Bondi nega: "Il fatto è che a Taranto si fuma troppo"

Lo sappiamo tutti che le sigarette fanno male e che favoriscono l’insorgere di diversi tipi di cancro. Ma da qui a dare loro la colpa di 40 anni di tumori nell’area del tarantino ce ne corre. Forse ha un po’ esagerato il commissario dell’ILVA di Taranto, Enrico Bondi, con la sua dichiarazione, citando letteralmente: “E’ noto che a Taranto, città portuale, la disponibilità di sigarette era in passato piu alta rispetto ad altre aree del Sud Italia dove per ragioni economiche il fumo di sigaretta era ridotto fino agli anni ’70“.

Lo ha scritto in un rapporto che ha poi inviato al governatore della Puglia, Nichi Vendola, all’ARPA Puglia, all’Ares Puglia e all’Asl di Taranto e ha creato un tale scalpore che perfino il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, ha voluto vederci chiaro e ha convocato Bondi per spiegazioni. Mentre lo stesso ministero sta convocando esperti per valutare i danni ambientali prodotti dal mancato rispetto delle norme di sicurezza da parte dell’ILVA, l’azienda tenta di difendersi come può. Ciò è anche comprensibile, ma non si giustifica con scuse quantomeno banali.

Trecento morti e migliaia di malati per malattie facilmente associabili ai rischi di inquinamento dell’ILVA in soli 13 anni non possono essere frutto di un semplice abuso di tabacco riconducibile, tra l’altro, agli anni Settanta del secolo scorso! Questo significa negare apertamente ogni responsabilità dell’azienda che invece pare abbia infranto diverse regole per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica in passato, e più di una volta. Bisognerebbe ricordare al commissario Bondi che a Taranto vigono divieti di giocare sull’erba, di seppellire i morti nella terra e di coltivare entro certi perimetri, tanto è pregno il suolo di veleni. E non si tratta certo di cicche calpestate quarant’anni fa!

admin

x

Guarda anche

Si curava con “la dieta vegana” ma il tumore la uccide

Era diventata famosa per aver dichiarato a tutto il mondo di aver sconfitto il cancro ...

Condividi con un amico