Home » Benessere » Medicina UE: premiati i progetti anti-melanoma e le nuove tecniche farmaceutiche

Medicina UE: premiati i progetti anti-melanoma e le nuove tecniche farmaceutiche

Torniamo a parlare delle malattie della pelle, e quale stagione migliore dell’estate per farlo e per ricordare a tutti come un fattore scatenante importante sia il sole. Limitare l’esposizione ai suoi raggi UV -seguendo regole facilissime che comunque consentono di abbronzarsi senza problemi- potrebbe risparmiarci una serie di danni futuri veramente importanti.

Basti pensare che ogni anno, nella sola Europa, si ammalano di patologie della pelle 30 milioni di persone. Quasi sempre sono malattie genetiche, favorite da fattori esterni come appunto il sole. Ma anche laddove non ci sia la predisposizione, occorre essere cauti. Le malattie della pelle si manifestano come infiammazioni, eruzioni cutanee, allergie, tumori. Da ricordare che i casi di tumori della pelle sono 2-3 milioni e di questi soltanto 132.000 riguardano il più aggressivo dei tumori, il melanoma. Ma la cifra “bassa” non inganni, perchè il melanoma non lascia tanto scampo … e anche se fosse un caso solo su mille è bene prevenirlo.

L’Unione Europea, tra i tanti progetti promossi e finanziati, sta portando avanti TREATSKIN, uno studio e una serie di progetti portati avanti dall’Università di Dundee, grazie al supporto di tecniche all’avanguardia – tra cui l’ingegneria dei tessuti. Lo scopo è quello di giungere a uno stop definitivo di tali malattie, prima ancora che si manifestino. Oltre a TREATSKIN, l’Europa ha premiato anche un altro progetto (Best Research Project 2013) che ha ideato nuovi metodi per la somministrazione dei farmaci nei casi di patologie cardio-vascolari, riducendo effetti collaterali post operatori e il recupero.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico