Home » Benessere » Vermi carnivori nel cranio: donna inglese salvata in extremis

Vermi carnivori nel cranio: donna inglese salvata in extremis

Il ronzio nell’orecchio si era trasformato in “scricchiolio”, e quel mal di testa che non se ne andava … Rochelle Harris, una giovane donna di 27 anni inglese, forse attribuiva quei disturbi fastidiosi allo stress del viaggio o al ritorno alla vita quotidiana dopo la splendida vacanza trascorsa in Perù. Invece proprio da quella vacanza si era portata dietro il peggiore dei “souvenir”: larve di mosche carnivore dentro un orecchio!

Non sospettava nulla, anche se ricorda che le mosche in Perù erano molto fastidiose e spesso si posavano dentro le orecchie, ma il timore è venuto quando una mattina ha trovato uno strano liquido sul cuscino su cui aveva dormito e sul proprio orecchio. Una perdita preoccupante che l’ha spinta ad andare a farsi visitare e così ha scoperto questo orrore: alcune larve di mosca erano cresciute dentro il suo orecchio e i vermetti si stavano lentamente nutrendo di tutte le cartilagini e delle ossa che trovavano intorno. Avevano perfino scavato un buco interno all’orecchio, cominciando a “rosicchiare” i rivestimenti dei nervi facciali.

Prima si è tentato con una cura non invasiva, inserendo dell’olio di oliva dentro la ferita con la speranza che uccidesse ed espellesse i parassiti. Invece non ha avuto effetto e Rochelle è stata salvata in extremis da un intervento chirurgico di urgenza. Ora sta bene, ma non dimenticherà mai più quel dolore e soprattutto quel rumore dentro la testa. Non dimenticherà mai nemmeno la vacanza in Perù, dove questi insetti pericolosi vivono, e il rischio che “grazie” ad essa ha corso di una paralisi del viso.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico