Home » Benessere » Stamina: i malati di SLA protestano contro l'esclusione

Stamina: i malati di SLA protestano contro l'esclusione

Potrebbero essere escluse dalla sperimentazione di Stamina malattie come la sclerosi multipla e la SLA. Se n’era parlato negli ultimi incontri tra Davide Vannoni (creatore di Stamina) e il ministro Beatrice Lorenzin per trovare un accordo comune che mettesse d’accordo le esigenze di Vannoni e quelle del ministero. Ci si era accordati sui metodi, i luoghi e le malattie da “testare” che ne accettano alcune e ne escludono altre.

Proprio contro il pericolo dell’esclusione, e soprattutto per richiedere a gran voce almeno le cure compassionevoli, un gruppo di disabili tra cui molti malati di SLA si è incatenato davanti al Parlamento due giorni fa. Vogliono chiedere al ministro di cambiare idea sulle malattie da sperimentare col metodo Stamina oppure, se non si può, almeno di concedere il permesso delle cure a chi è più grave. Ci sono casi limite come quello della famiglia Biviano, di Lipari, in cui sono malati tutti e quattro i figli. Due di loro, Sandro e Marco erano lì, incatenati, a protestare con gli altri sotto il caldo afoso. Uno dei due è svenuto e hanno dovuto ricoverarlo e attaccarlo al respiratore.

Parla anche per loro il presidente di Risvegli Sicilia Onlus, Pietro Crisafulli, fratello di quel più famoso Salvatore che è riemerso dal coma dopo due anni. “E’ una vergogna che i disabili debbano soffrire queste pene atroci per far valere i propri diritti“, che poi sono diritti alla speranza, alla vita, come tutti. Il presidente della Camera Laura Boldrini ha accettato infine un incontro, ha chiesto di ricevere la documentazione delle loro esperienze con le cure di Stamina anche se non può promettere nulla. Ma la delusione è stata il sentirsi ignorati dal ministro della Salute che si spera li riceva almeno soltanto per ascoltarli nelle prossime ore.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico