Home » Benessere » Le cellule a forma di stella che possono curare i danni da ictus

Le cellule a forma di stella che possono curare i danni da ictus

Gli Astrociti sono cellule particolari, che costituiscono la cosiddetta “nevroglia” all’interno del sistema nervoso centrale. Esse si distinguono in: astrocita fibroso, nella sostanza bianca, e astrocita protoplasmatico, che si trova nella sostanza grigia. E’ la loro forma a stella che ne ha derivato il nome.

Queste romantiche particelle del nostro corpo, oggi, tornano ad essere al centro di studi scientifici in quanto i ricercatori che conducono studi sulle cellule staminali hanno da poco riscoperto la particolare utilità degli Astrociti, in particolare nella cura degli ictus e dei danni cerebrali in generale. Trascurati per troppo tempo, in passato, gli Astrociti sono diventati obiettivo delle ricerche del dottor Wenbin Deng, professore associato di medicina biochimica e molecolare presso UC Davis, in California.

Abbiamo scoperto che gli Astrociti di derivazione staminale hanno un importante ruolo protettivo nei confronti del cervello che va ben oltre il classico sostegno alle cellule nervose. Esse impediscono l’espandersi dei danni cerebrali in persone colpite da ictus (e altri traumi interni del cranio) e in alcuni casi collaborano attivamente alla ricostruzione delle aree danneggiate“, spiega alla rivista Medical News Today. Durante i loro studi, i ricercatori hanno isolato tra i tanti Astrociti una varietà particolare che sembrava avere effetti terapeutici importanti, chiamata Olig2PC-Astros. Gli esperimenti coi topi hanno dimostrato in effetti che chi aveva ricevuto un trattamento con queste cellule particolari riusciva a memorizzare e apprendere (superando il trauma cerebrale) con maggiore velocità rispetto ad altre terapie.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico