Home » Benessere » Testosterone per via orale allontana lo spettro della vecchiaia

Testosterone per via orale allontana lo spettro della vecchiaia

Il testosterone aiuta contro l’invecchiamento e l’indebolimento del corpo. Non era affatto una novità, si sapeva e si utilizzava già sebbene con metodi diversi per rallentare il decadimento fisico delle persone anziane o la fragilità nelle donne in menopausa. La grande novità che ha portato all’onore della cronaca i ricercatori australiani del Garvan Insitute di Sydney, però, è la scoperta che il testosterone si può inviare direttamente al fegato senza farlo disperdere in circolo nel corpo e senza provocare effetti collaterali.

Il direttore del team, l’endocrinologo di origine asiatica Ken Ho, ha infatti scoperto e sperimentato (su donne volontarie, tutte in post menopausa) che l’assunzione di testosterone puro, cristallino, per via orale invia l’ormone direttamente nel fegato potenziandone l’azione. Il fegato metabolizza subito la sostanza, evitando che entri nel sangue o nei tessuti, per cui gli eventuali problemi collaterali sono azzerati in cambio di un effetto diretto e valido dove serve.

E l’effetto diretto è il potenziamento dei muscoli, la riduzione del rischio di malattie croniche, una nuova forza ed energia che fanno sentire bene la persona anziana, o debilitata, al punto che essa si rimette volentieri in movimento. Ritrovando la grinta e la voglia di muoversi, automaticamente il corpo e la mente si mantengono attivi e l’invecchiamento viene ritardato. La forza muscolare, inoltre, impedisce le facili cadute a cui vanno incontro gli anziani e che sono spesso causa di fratture che si recuperano lentamente e che rischiano di lasciare una persona alla depressione del letto.

admin

0 Commenti

  1. Non ci credo nemmeno un po’.

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico