Home » Benessere » Equipe aquilana salva una donna da una meningite rarissima

Equipe aquilana salva una donna da una meningite rarissima

Una diagnosi veloce, attenta, sicura e una vita salvata per la bravura dell’equipe medica che ha saputo battere in volata una malattia rarissima. L’alternativa per una donna di 41 anni dell’Aquila, altrimenti, sarebbe stata la morte. La donna era stata ricoverata con febbre alta e tutti i sintomi tipici della meningite e si aggravava ogni ora di più.

E’ stata la grande intuizione del laboratorio analisi dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, sotto la direzione della dottoressa Simonetta Santini, a salvare la vita alla paziente. Con una indagine tempestiva e una diagnosi precisa come poche, è stato individuato un germe rarissimo che normalmente causa una faringite acuta e solo di rado può sfociare in una forma di meningite come quella presentata dalla signora aquilana.
Lo Streptococcus Pyogenes è stato individuato addirittura con 24 ore di anticipo grazie ad un esame tramite spettrometro di massa, il Maldi-Tof, che questo ospedale possiede unico in tutta la regione. Non è il primo caso che capita a questa equipe, dato che già una volta grazie a questo esame era stato individuato un problema analogo ma causato da un ascesso cerebrale e anche in quella occasione la vita del paziente è stata salvata. La signora di 41 anni salvata dalla meningite ora sta bene e si appresta a uscire entro la settimana per tornare a casa e riprendere la sua vita di sempre.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico