Home » Benessere » MERS: i primi diffusori in Medio Oriente sono i cammelli

MERS: i primi diffusori in Medio Oriente sono i cammelli

Per capire da dove tutto ha inizio, occorre scoprire la radice. E così funziona anche per le malattie. Lo studio della Middle East Respiratory Syndrome (MERS) cioè la “cugina” della Sars, ma altrettanto dannosa anzi di più, dato che il contagio passa anche da uomo a uomo, ha un’origine come dice la parola stessa nel Medio Oriente. Bisognava solo capire quale, e dove.

Ci hanno pensato i ricercatori del National Institute for Public Health and the Environment, di Bilthoven (Paesi Bassi), tra l’altro finiti sotto accusa per aver -a detta del governo arabo- secretato gli studi sulla malattia e impedito così ai cittadini di difendersi. Eppure quegli “studi segreti” avrebbero portato alla radice del problema. Anticorpi della MERS sono stati individuati nel sangue di dromedari e cammelli, come a dire che quegli animali hanno avuto e superato la malattia. Dunque, se sono stati i primi a “elaborarla” forse sono anche i primi ad averla diffusa.

Livelli di anticorpi MERS ma più bassi sono stati trovati anche nei cammelli nati in Europa (alle Canarie) mentre nessun anticorpo era presente negli animali imparentati con i dromedari (alpaca, lama) nati e cresciuti negli zoo di Olanda e Spagna. La scoperta potrebbe cambiare la direzione degli studi sulla malattia, finora orientati verso ovini e bovini dell’Asia e della penisola araba. Ora invece potrebbero essere i cammelli e i dromedari i veri “untori” anche per via del loro continuo spostamento a seguito delle carovane.

admin

0 Commenti

  1. i media stanno preparando la vendita di un altro vaccino?andra fallita come l anno scorso perche non vi crede piu nessuno

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico