Home » Benessere » Stamina: vietato diffondere il protocollo

Stamina: vietato diffondere il protocollo

Non si potranno diffondere platealmente i dati consegnati da Davide Vannoni insieme al famoso protocollo Stamina, tanto discusso e tanto ostacolato, ma ora finalmente nelle mani della sperimentazione ufficiale. Il protocollo “dovrà essere utilizzato esclusivamente nell’ambito della sperimentazione promossa dal Ministero della Salute. È pertanto da escludersi qualsivoglia pubblicazione dello stesso” ha precisato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Alle pressanti richieste degli esponenti del Movimento 5 Stelle che invece vorrebbero che il protocollo fosse pubblicato, il ministro replica che le condizioni alle quali si sta attenendo sono state prima votate in Parlamento in maggioranza e dunque non si torna indietro. Il protocollo sarà accessibile, in modalità protetta, sul sito dell’Istituto Superiore della Sanità in modo che esperti e addetti ai lavori possano consultarlo ma nessun giornale o media dovrà farne una crociata.

Intanto continuano le proteste, sia davanti alle sedi governative dove i disabili guidati dai fratelli Biviano di Lipari insistono perchè la loro malattia (la SLA) venga inclusa nella sperimentazione con le staminali, sia nelle sedi legali di tutta Italia. Solo ieri si parlava del ragazzo di Como a cui il tribunale della città lombarda ha negato le cure, mentre il tribunale di Fermo -nelle Marche- ha imposto che a una donna di 80 venissero somministrate le cure necessarie per sopravvivere. La battaglia di Stamina, dunque, continua come se nessun accordo fosse mai stato siglato e le proteste a favore o contro sono destinate ad aumentare invece che sopirsi, col passare del tempo.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico