Home » Benessere » Ictus: per curarlo andate a Pescara

Ictus: per curarlo andate a Pescara

Una ricerca pubblicata dal quotidiano Libero cerca di far luce sugli ospedali italiani, segnalando i centri migliori e quelli ancora poco attrezzati. Una sorta di manuale per far capire, ai cittadini, dove recarsi per trovare le migliori cure in base alle malattie o ai disturbi che registrano. Naturalmente i disturbi presi in esame dall’inchiesta sono quelli più comuni: infarto, ictus, bypass all’aorta, colecistectomia e frattura del femore.

Sono stati controllati 1.200 ospedali, i vari risultati delle analisi, le opinioni di pazienti e impiegati, strutture pubbliche e private. Il risultato è, come sempre, volto a promuovere il Nord, con moltissime strutture ben tenute e all’avanguardia. Ma il Centro e il Sud scalano la classifica con punti (isolati ma efficienti) di eccellenza per alcune malattie. Per quanto riguarda l’installazione del bypass all’aorta, dovreste fidarvi dei medici del “Mazzini” di Teramo ma anche la clinica Villa Maria Eleonora di Palermo non scherza. La clinica convenzionata Pierangeli di Pescara, per quanto riguarda la cura dell’ictus, mostra livelli di mortalità che si traducono in tassi di rischio del 3,6% …se si pensa che la media nazionale è di 11,6% decessi accertati.

I peggiori sono l’ospedale Cardarelli di Campobasso, alcune cliniche di Caserta e il Di Venere di Bari.
Bisogna tuttavia ricordare che le classifiche sono sempre viziate dalle opinioni dei pazienti, i quali -più al Sud che al Nord- tendono a ricorrere alle denunce e alle querele contro i medici anche per banalità, come la polmonite virale che uccide un uomo anziano di 95 anni alla sua terza crisi (evento che di solito si classifica semplicemente come “morte per vecchiaia”, non come malasanità!), mentre nel settentrione si tollera di più l’errore umano o la fatalità e dunque si denuncia di meno facendo apparire comunque gli ospedali del Nord come i migliori.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico