Home » Benessere » Nuova Sars: oltre ai cammelli, il sospetto di contagio cade sui pipistrelli

Nuova Sars: oltre ai cammelli, il sospetto di contagio cade sui pipistrelli

Bisogna capire, e in fretta. E’ questo il motto dei ricercatori di mezzo mondo che devono correre contro il tempo per scoprire come ha fatto la “nuova Sars”, ovvero la MERS, a tramutarsi da malattia animale con contagio indiretto a malattia umana con contagio diretto da uomo a uomo. Per farlo si stanno scandagliando centinaia di ipotesi, tutte relative al territorio (Medio Oriente) da cui sono partiti i primi casi.

Uno studio pubblicato su Lancet, poche settimane fa, ipotizzava che gli “untori” fossero i cammelli. Infatti, questi animali sono molto usati in Medio Oriente sia per gli spostamenti commerciali che per le passeggiate turistiche e inoltre alcuni sintomi di MERS erano comparsi in una famiglia di cammelli nati in uno zoo spagnolo. Ma oggi un nuovo sospetto si aggiunge a questo: forse la colpa è anche dei pipistrelli!

Ricercatori della Columbia University americana, insieme ai colleghi dell’EcoHealth Alliance e al Ministero della Salute dell’Arabia Saudita stanno portando avanti delle analisi sui pipistrelli che abitano nella zona di Riyadh, in Arabia, e che da alcuni confronti pare abbiano dimostrato una compatibilità del 100% con il ceppo di MERS che ha colpito alcune persone tornate dai viaggi in Medio Oriente. I pipistrelli sono veicolo di molti virus e batteri, spesso quando mordono un animale lo infettano e se magari l’uomo vive accanto a quell’animale, o ne mangia la carne, prende la malattia automaticamente. Gli studi sono ancora in corso, ma certo è che su 100 casi confermati di MERS, almeno 70 vengono dall’Arabia e da quella stessa regione popolata dai pipistrelli in esame.

admin

0 Commenti

  1. paola brambilla

    ma vogliamo dire che la colpa è della specie umana che non stipa e ammassa in allevamenti lager decine e centinaia di migliaia di specie animali destinate al consumo alimentare?

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico