Home » Benessere » Indice di Massa Corporea: una imprecisione lunga due secoli

Indice di Massa Corporea: una imprecisione lunga due secoli

Quel maledetto BMI, quante volte ci ha perseguitati! Dal dietologo, dal nutrizionista, in palestra, in farmacia … perfino durante le chiacchierate tra amiche. Il BMI (Indice di Massa Corporea) era l’unico valore tenuto in considerazione per far dimagrire una persona. La bilancia segnava tre chili persi? Non aveva importanza, se il BMI era sempre fermo allo stesso punto. Tutto inutile, ricominciare!!

Ora però milioni di falsi magri frustrati possono gridare vittoria e godere della vendetta. A quanto risulta da una ricerca molto seria pubblicata da SCIENCE, l’Indice di Massa Corporea non serve a niente! Sono due studi in particolare a dirci come, per anni, sia servito solo a prendere “abbagli”: uno studio del 2011 e uno condotto quest’anno. Analizzando degli Indici di Massa Corporea compresi tra 25 e 30 (cioè sulla soglia dell’obesità) e i parametri vitali delle persone che li avevano si è visto come queste persone vivevano una vita più sana e più lunga di altre, indicate come “BMI perfetto”. Se dunque chi ce l’ha alto non corre rischio di morte prematura, rispetto a uno “sano”, qualcuno mente: o la bilancia o il BMI.

Mente sicuramente il BMI” dichiarano gli studiosi di Atlanta che hanno condotto l’indagine “Infatti questo indice non riflette accuratamente la proporzione tra muscoli e tessuto grasso nel corpo, non tiene conto del genere e delle differenze di razza tra le persone e non valuta bene, in base all’individuo, le zone di accumulo di grassi veramente pericolose rispetto alle altre“. Una imprecisione lunga secoli (il BMI fu introdotto da Adolphe Quetelet nel XIX secolo) che oggi deve essere corretta con mezzi più moderni e precisi per rimediare alle tante sentenze di obesità sbagliate che sono state diffuse nel tempo.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico