Home » Benessere » La Cocaina, "maestra" di dipendenza che cambia la struttura del cervello

La Cocaina, "maestra" di dipendenza che cambia la struttura del cervello

La falsa convinzione che le droghe siano gestibili viene costantemente smentita, sia dai troppi effetti che si registrano ogni giorno in cronaca nera sia dai vari studi sull’argomento. Troppa gente è ancora dell’idea che fumare erba o sniffare cocaina ogni tanto non sia così dannoso o drammatico, o comunque lo sia meno che bere alcolici o fumare. C’è un fondo di verità, certo, ma la realtà è che le droghe agiscono sul cervello e fanno male. Tutte.

Uno studio concentrato sulla cocaina, ad esempio, ha dimostrato come questo tipo di droga agisca in modo diretto e devastante sul cervello cambiandone rapidamente la struttura. Si tratta di una trasformazione che prende atto in poche ore e che determina in tal modo la dipendenza che poi impedisce alla persona di distaccarsi da quella sostanza. E’ stata la University of California a condurre la ricerca, che può sembrare banale (tutte le droghe creano dipendenza!), ma in realtà mette un punto fermo sulla pericolosità di queste sostanze.

Lo studio finora è stato condotto solo su animali e pubblicato da NATURE NEUROSCIENCE e i risultati hanno evidenziato come avviene il processo di formazione della dipendenza con l’uso di cocaina: si tratta di una vera e propria “lezione” che la droga tiene alle cellule cerebrali, in particolare a quelle della memoria che cambiano la propria struttura in modo da abituarsi alla sostanza e convincere il cervello a cercare solo quella. E’ probabile che tutte le droghe agiscano così, o in modo simile, ma la cocaina è quella che ha più potere di “convincimento” riguardo a questo processo e questo studio lo dimostra ampiamente. Una volta capito questo, si potrà forse trovare il modo di interrompere il processo e di vanificare l’azione delle sostanze stupefacenti.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico