Home » Benessere » Provato il legame tra stress e cancro, grazie al gene ATF3

Provato il legame tra stress e cancro, grazie al gene ATF3

Che lo stress agisse sul corpo così da favorire l’insorgenza del cancro era qualcosa di noto e risaputo, tanto che ormai si sprecano gli articoli e i consigli su come gestire l’uno per evitare l’altro. Il problema è che non era mai stato dimostrato come, concretamente, questo legame avvenisse e come agisse sul corpo. Ci ha pensato uno studio della Ohio State University.

Premesso che molti tipi di cancro hanno una base genetica ed ereditaria, e che non tutte le persone stressate sviluppano malattie gravi, è stato provato che è un gene -chiamato ATF3- il collegamento diretto tra stress e cancro. Normalmente ATF3 non è un gene nemico ma è quello che attiva la risposta cellulare alle stimolazioni stressanti, aiutandoci a difenderci. Spesso però il suo intervento consiste nell’uccidere le cellule benigne quando sono troppo “confuse” dallo stress. Quando il gene ATF3 agisce così in persone già predisposte al cancro, si rischia che uccida le cellule sane lasciando passare quelle del cancro.

In poche parole, quando il gene si esprime in un organismo malato di cancro aiuta il cancro a diffondersi. Infatti, i test della Ohio State hanno dimostrato che nei topi in cui il gene veniva inibito o disattivato, le metastasi del cancro non si espandevano, restavano concentrate. Aver capito questo è importante perchè si sa meglio su cosa agire, in caso di stress, e si può preparare il terreno per combattere il problema prima che si manifesti … soprattutto nelle persone che hanno una storia ereditaria di cancro in famiglia. Occorre anche imparare a gestire lo stress per evitare che questo indebolisca il sistema immunitario anche in chi è fondamentalmente privo di rischio tumore.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico