Home » Benessere » Stamina: il "miracolo" di Smeralda

Stamina: il "miracolo" di Smeralda

Smeralda torna a casa. Un titolo banale? Non proprio, se si pensa che questa bambina di 3 anni, a casa, non ci era mai stata. Quando è nata, a causa di un parto complicato, ha sofferto di una paralisi che le ha bloccato le vie respiratorie e danneggiato fortemente il cervello con conseguente stato di coma. Non aveva speranze, Smeralda, di uscire da quella culla dell’ospedale di Catania, dove avrebbe solo aspettato la morte.

I suoi genitori, però, non si sono persi d’animo. Hanno tentato il tutto e per tutto, e in questo caso il tutto per tutto era il metodo “nuovo” di Davide Vannoni a base di staminali. La cura delle polemiche e dei tira e molla, la sperimentazione prima negata, poi approvata, ora ancora a rischio dopo le ultime dichiarazioni di Vannoni … eppure su Smeralda pare che funzioni. La bambina era ridotta a uno stato vegetale e aveva zero speranze di vita. Oggi, tre anni dopo, torna a casa viva.

Non è guarita, certo, ed è presto per dire se guarirà mai. Ma per lo meno respira da sola, interagisce, capisce. Può avere un rapporto con i genitori e col mondo fuori di sé, e per questo l’ospedale catanese che da sempre era la sua casa ha deciso di dimetterla. Smeralda torna nella sua vera casa, nella sua stanza e nel suo lettino dove continuerà le cure. Finora ha ricevuto cinque infusioni di staminali che, a detta di Vannoni e dei genitori “hanno rigenerato i neuroni distrutti e ridato nuova attività al suo cervello”. Quello stesso cervello dato per spacciato un giorno dopo la sua venuta al mondo.

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico