Home » Benessere » Il segreto della "lunga vita" sta nel gene mTOR

Il segreto della "lunga vita" sta nel gene mTOR

Una notizia interessante viene dagli Stati Uniti, precisamente dal National Institute of Health: forse si è finalmente trovato il segreto dell’immortalità, o per lo meno della lunga vita. In futuro, infatti, se tutto va come sembra, sarà possibile inibire semplicemente il funzionamento di un gene, chiamato mTOR, coinvolto nel metabolismo e nell’equilibrio energetico dell’organismo e vivere così molti anni più del previsto.

La media di aspettativa di vita, per gli esseri umani, attualmente è 80 anni. Manipolando il gene mTOR questa media potrebbe superare i 95 anni. Si tratta però di una scoperta ancora da valutare e da verificare nei suoi molteplici aspetti. Infatti se, fino ad oggi, i risultati sono stati ottimi a livello di prolungamento di vita cerebrale lo stesso non si può dire per le strutture ossee. I topi sui quali sono stati condotti i test, dopo la manipolazione del gene mTOR, dimostravano un’attività e un’efficienza del cervello, della memoria, del tono muscolare che permetteva loro effettivamente di vivere più a lungo ma allo stesso tempo il declino delle loro ossa e di alcuni altri tessuti era due volte più rapido.

Occorre trovare un equilibrio tra le due cose per poter davvero parlare di “lunga vita”, ma se gli studi proseguiranno in questo senso ci si arriverà certamente. Per adesso, si sfruttano queste nuove conoscenze sul gene mTOR per capire l’evoluzione di alcune malattie neurodegenerative e per capire come fermarne l’avanzata. Potrebbero avere vantaggi le ricerche sull’Alzheimer e su simili malattie degenerative, insomma, ma è ancora presto per dire con certezza che questi vantaggi coinvolgono tutto l’organismo.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, bambini con dislessia vedono in modo speciale

I bambini con dislessia vedono in modo speciale. A sostenerlo sono i risultati di uno ...

Condividi con un amico