Home » Benessere » Webmania? Oggi si cura in Pennsylvania

Webmania? Oggi si cura in Pennsylvania

Diciamolo … siamo un po’ tutti “webmaniaci”, ovvero dipendenti da Internet. Se un tempo lo eravamo solo in casa o in ufficio, oggi non stacchiamo mai gli occhi e il pensiero dallo schermo, dato che portiamo la rete con noi nel telefonino intelligente! Un’abitudine che rischia davvero di diventare una “mania”, una dipendenza grave come quella dalla droga.

Contrariamente ad altre dipendenze, questa nasce da uno strumento perfettamente legale dunque non perseguibile dalla legge. Nessuno può “vietare” Internet per salvare la vita a un altro, per cui nessuno può controllare questa mania crescente. Eppure la sindrome da dipendenza da Internet è stata ormai verificata e classificata e si manifesta con sintomi prevalentemente psichici: perdita della cognizione del tempo, perdita del controllo sull’umore, auto-esclusione dalla vita sociale reale … solo per elencare i più gravi.

Occorre porre rimedio a questo, e si sta già facendo soprattutto negli Stati Uniti dove il fenomeno ha raggiunto livelli preoccupanti. Si trova infatti a Bradford, in Pennsylvania, il primissimo Centro di Recupero per Intossicati da Internet dove medici, psicologi e veri e propri “terapisti della mente” si dedicheranno alle persone che hanno annullato se stesse per il web. Tra i primi pazienti c’è Kevin Roberts, un signore di 44 anni intossicato dai videogame al punto da aver vissuto per mesi quasi 20 ore al giorno con gli occhi allo schermo. Era arrivato a non uscire più di casa e ha scritto un libro sconcertante su questa esperienza, dalla quale oggi sta guarendo.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico