Home » Benessere » Un polifenolo del vino rosso cura e previene Parkinson e Alzheimer

Un polifenolo del vino rosso cura e previene Parkinson e Alzheimer

Si deve a un team di ricercatori della Zhengzhou University, in Cina, la nuova strada aperta verso la possibilità di cura per malattie degenerative gravi come il Parkinson o la kòrea di Huntington. Il segreto risiede nel resveratrolo, un polifenolo tipico dell’uva che si trova principalmente nella sua buccia ma anche nel succo, dunque nel vino (in modo particolare in quello rosso).

Attuando i test sugli animali, in special modo sui topi affetti da demenza, si è visto come l’apporto benefico del resveratrolo agisse sulla loro memoria, sull’attenzione e sull’elasticità mentale favorendo una regressione dei sintomi della malattia. Inoltre, sono diminuiti i livelli di malondialdeide (o MDA), promuovendo così una maggiore attività dell’ippocampo e della corteccia cerebrale. La possibilità, per gli uomini, dunque è che gli stessi effetti si abbiano sui sintomi di malattie come l’Alzheimer, o come detto il Parkinson e altre.

Ciò che hanno notato i ricercatori cinesi, però, è che gli effetti benefici agiscono anche nella prevenzione delle ischemie. Sicuramente ci sono conferme positive nel trattamento della demenza vascolare, sulla quale si sta già pensando di intervenire con il resveratrolo in attesa di valutare la possibilità di usarlo anche per altro. Gli studi cinesi sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Neural Regeneration Research .

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico