Home » Benessere » Bimba morta al Tor Vergata. Prime indagini escludono la causa del catetere

Bimba morta al Tor Vergata. Prime indagini escludono la causa del catetere

La storia della piccola Gloria ha commosso tutti, e tutti hanno ascoltato al suo funerale (celebrato ieri a Gela) le parole di fuoco del parroco che accusava “medici incompetenti” con parole durissime. Ed in effetti di incompetenza si era parlato, dato che le prime notizie date ai genitori dagli stessi addetti ai lavori del policlinico avevano parlato di “problemi per l’inserimento di un catetere venoso”.

Oggi le prime indagini escludono, invece, questa causa: il catetere inserito nella vena della bambina era del tipo pediatrico, dunque con ago sottile e adatto ai vasi del piccolo corpo in cui veniva inserito. Smentite da subito le accuse di abbandono, come aveva detto un parente della piccola. I medici effettivamente erano usciti per “andare a pranzo” ma non avevano lasciato la bimba incustodita, essendo invece affidata a medici e infermieri del turno successivo. Resta da capire come sia avvenuta l’emorragia che ha di fatto stroncato la vita di Gloria a soli 2 anni e questo è un impegno che le forze dell’ordine rispetteranno, così come è determinato a capire le cause lo stesso ospedale romano. Struttura specializzata, da sempre tra le migliori d’Europa, il Tor Vergata non accetta questa macchia terribile sulla propria reputazione e farà chiarezza. Intanto è stato “sospeso” l’anestesista che assisteva la bambina quel maledetto giorno, quando un’operazione di 40 minuti è diventato un dramma lungo 4 ore che ha portato alla fine di una vita.

admin

x

Guarda anche

Ecco il tumore cerebrale più grande del mondo

Portare dentro il cranio una massa anomala di oltre un chilo e non saperlo! I ...

Condividi con un amico