Home » Benessere » Batteri resistenti: nuovo allarme dagli USA

Batteri resistenti: nuovo allarme dagli USA

E’ la nuova frontiera della ricerca, un po’ come la colonizzazione dello spazio lo è per gli astronauti. La battaglia contro i batteri resistenti ai medicinali, nel campo medico, è un viaggio alla cieca contro organismi nuovi, più forti e potenti, cresciuti proprio all’ombra della mano dell’uomo e adattatisi perfettamente al suo ambiente e alle sue armi, che oggi per loro sono innocue.

E mentre la ricerca viaggia nell’infinitamente piccolo, cercando la soluzione nella disattivazione dei geni, l’allarme rimane sempre alto. Dagli Stati Uniti arriva la notizia che anche i batteri che causano la gonorrea sono da considerarsi resistenti ai farmaci. Insieme a loro, batteri intestinali che provocano diarrea continua e altri tipi di “super batteri” a crescita rapida, ormai soprannominati NIGHTMARES, incubi.
Si calcola che ogni anno, in America, almeno 2 milioni di persone contraggano questo tipo di infezioni e che 23.000 muoiano proprio a causa di sintomi che non si possono più fermare.

Mentre si tentano soluzioni di ogni tipo, magari create in laboratorio o affidate ai metodi di ricerca più innovativi, un consiglio azzardato (ma non troppo) è quello di tornare ai “metodi della nonna”, ovvero a quei rimedi naturali e privi di componenti chimiche che quindi non si possono “adattare” all’organismo dei batteri e renderli assuefatti. Il limone, le fave crude, le piante medicinali che un tempo risolvevano tutto e che erano frutto di una saggezza antica -più che della superstizione- potrebbero tornare presto ad essere preziose alleate nella vita di tutti i giorni. Perchè non tentare?

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico