Home » Benessere » Fumo in gravidanza: gli effetti arrivano fino ai nipoti

Fumo in gravidanza: gli effetti arrivano fino ai nipoti

Il fumo in gravidanza fa male tre volte. Fa male alla madre, al bambino che porta in grembo e ai suoi eredi. Infatti pare sia di una durata lunghissima nel tempo l’effetto della nicotina sul corpo, al punto da infiltrarsi nei geni e trasmettersi di generazione in generazione. Lo rivela uno studio condotto presso il Los Angeles Biomedical Research Institute at Harbor-Ucla Medical Center e finora svolto sui ratti.

Confrontando due campioni, nel corso di tre generazioni, si è visto come iniettando la nicotina nel corpo delle madri incinte non solo i figli, ma anche i figli dei figli ereditavano disturbi legati ai danni provocati da questa sostanza. E questo anche se le future generazioni non ne assumevano affatto.
In particolare, l’effetto si è visto sull’asma che si trasmette fino ai nipoti.
In realtà, per essere più esatti, non si dovrebbe trasmettere il problema in sé ma la predisposizione. Confrontando i ratti con la nicotina in corpo con quelli del campione placebo, infatti, si è visto come l’asma viene indipendentemente dall’abitudine al fumo però in chi aveva avuto in corpo la nicotina la possibilità di ammalarsi era doppia, rispetto al placebo.
Questo indica che lo stesso potrebbe verificarsi negli uomini e se la madre fuma durante la gravidanza il bimbo potrebbe manifestare problemi sia nell’immediato sia nella sua vita futura, addirittura trasmettendo questo “possibile danno” a sua volta ai suoi figli.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico