Home » Benessere » Ritorno alla verginità: boom di interventi chirurgici alla vagina

Ritorno alla verginità: boom di interventi chirurgici alla vagina

Sta tornando di moda la verginità, quello stato mentale e fisico che implica purezza, ingenuità, candore, certezza di un amore autentico e donato per la prima volta a una persona davvero speciale. Perduti nel tempo quei fuochi femministi degli anni Sessanta, le donne oggi sono in cerca di originalità con un occhio al passato. E questo, a volte, significa anche farsi “ricostruire” l’imene dalle mani di un esperto chirurgo plastico.

In Europa stanno aumentando vertiginosamente le richieste di interventi chirurgici alla vagina, siano essi volti alla ricostruzione dell’imene o alla restrizione dopo il parto o ad un semplice “miglioramento estetico” delle piccole labbra. Una media del 45% di richieste che riguardano donne di età compresa tra i 28 e i 38 anni, accomunate tutte da motivazioni estetiche e morali, non di salute. E se le giovanissime chiedono l’intervento principalmente per apparire belle anche “laggiù”, alcune includendo la nuova moda dei “piercing vaginali”, le signore mature lo fanno per recuperare purezza o per ritrovare quell’elasticità perduta con le gravidanze.

In Inghilterra si registra il record assoluto di questi interventi, con un numero di 100 alla settimana. A seguire, la Francia e la Germania. L’Italia rimane ancora a guardare dall’angolino, perchè le donne mediterranee non si fidano ancora di un ritocco così estremo. Ma anche nel nostro Paese si sta cominciando a provare, in particolare al Nord e non è detto che tra dieci anni non imiteremo anche in questo frangente i vicini europei.

admin

x

Guarda anche

L’ibrido uomo-pecora nasce solo per i trapianti

La notizia fa inorridire i benpensanti … che già immaginano l’equivalente di un sagittario o ...

Condividi con un amico