Home » Benessere » Mente e corpo: essere sposati aiuta a curare il cancro

Mente e corpo: essere sposati aiuta a curare il cancro

Si può dire tutto sul matrimonio, ma non che non faccia bene. Già altri studi scientifici lo avevano provato, osservando come la fedeltà alla moglie allunghi la vita, come il sesso con la moglie curi meglio gli infartuati e oggi, ricercatori statunitensi del Dana-Farber Cancer Institute e del Brigham and Women’s Hospital, invitano a guardare al matrimonio anche come terapia anticancro!

Un campione di 734.880 persone è stato seguito nell’arco di quasi cinque anni, dal 2004 al 2008, valutando fattori ereditari e di rischio e tutte le malattie comparse nel corso di questo periodo tra le quali almeno una decina di tipi di cancro diversi. Il risultato interessante è stato che i soggetti non sposati (single, divorziati, vedovi), rispetto agli sposati, avevano il 17% in più di probabilità di avere ottenuto una diagnosi di cancro e di portare questa diagnosi al punto della diffusione metastasica. A questo si aggiungeva il dato che le persone non sposate si curavano di meno (il 53% di possibilità di guarire in meno). La motivazione è che chi è sposato ha sempre accanto un partner che sta attento alla sua salute, che lo coccola durante le cure, che lo incoraggia nei momenti difficili e dunque mantiene alto il livello di “grinta” necessario ad affrontare le terapie e la malattia. Le persone non sposate, invece, hanno meno stimoli e dunque si curano di meno. La ricerca sottolinea questo fatto anche per promuovere l’importanza del sostegno sociale ai malati, che non deve per forza venire da familiari e amici ma anche dai volontari, in modo da dare una ragione in più di vita a chi soffre.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico