Home » Benessere » Vitamina D: da sola non protegge le ossa

Vitamina D: da sola non protegge le ossa

Contrordine sulla vitamina D. Come spesso succede nella scienza, bisogna correggere il tiro quando alcuni studi smentiscono altri, per poi giungere alla solita conclusione che la verità risiede nel mezzo. Oggi tocca alla vitamina D, per tanto tempo esaltata come elemento fondamentale per la salute delle ossa, soprattutto nelle donne in menopausa e oggi smentita di colpo.

O smentita in parte. La vitamina D, infatti, non proteggerebbe affatto le ossa se presa da sola ma andrebbe integrata ad altro, come appare nell’articolo del Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.
Se paragonata agli integratori a base di calcio, la vitamina D non ottiene gli stessi importanti risultati, ma anzi in alcuni casi avrebbero pure provocato l’aumento del rischio di osteoporosi tra le signore over 50.
Insomma, la vitamina D fa bene se presa nelle giuste dosi giornaliere. E soprattutto se “aiutata” con integratori di altro genere. E’ invece sbagliato aumentarne l’apporto con integratori alla vitamina D che non solo non hanno effetto ma portano conseguenze negative per l’organismo. Secondo la ricerca condotta dalla Winthrop University, USA, è meglio affidarsi agli integratori di calcio, senza esagerare nemmeno con questi, e farsi consigliare dal proprio medico passo dopo passo.

admin

x

Guarda anche

Lavastoviglie ricettacolo di batteri e funghi

La lavastoviglie è un ricettacolo di batteri e funghi. L’allarme arriva da uno studio guidato ...

Condividi con un amico