Home » Benessere » Il gel "zuccherino" che salva i prematuri

Il gel "zuccherino" che salva i prematuri

Il dramma dei prematuri coinvolge tutti, non solo i piccoli. Genitori, parenti, ma anche medici e infermieri … e non da ultimi i ricercatori. Tutti farebbero qualunque cosa per aiutare questi esserini venuti al mondo troppo presto per evitare loro sofferenze. Tra queste, l’essere soggetto a danni cerebrali dovuti a quella che viene definita ipoglicemia neonatale.

Ma dalla rivista The Lancet viene un barlume di speranza, grazie agli studi condotti dall’Università di Aukland, in Nuova Zelanda. Viene da lontano, questo aiuto, ma potrebbe essere molto valido. Oltre che molto economico, che non guasta di questi tempi.
Loro l’hanno chiamata “La semplice terapia” e l’hanno testata su 242 neonati prematuri in cura presso la struttura ospedaliera della stessa università, tutti quanti a rischio di ipoglicemia neonatale.
In effetti, la procedura è davvero semplice in quanto consiste nel massaggiare con un particolare gel al glucosio la gota (dalla parte interna) del bambino in modo che il gel venga poi assorbito poco per volta con la saliva. Un trattamento che possono fare anche i genitori, che non comporta sofferenze al piccolo e che è in grado di riequilibrare i parametri in poco tempo garantendo una ripresa e la salvezza della vita dei piccoli, che potranno così condurre un’esistenza normale una volta dimessi dall’ospedale.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico